La fattoria didattica: perché insegnare a coltivare la terra?


Perchè insegnare a coltivare la terra? Voi direte (e la dottrina economica conferma) perché con la fattoria didattica arrivano i bambini, con i bambini arrivano i genitori e con i genitori arrivano le vendite, così si pubblicizzano i prodotti a costo zero.

Se la pensate così allora cercate di seguire e capire il nostro pensiero esposto qui sotto in poche parole.


Se sei un negazionista del riscaldamento globale forse è il caso che tu chiuda il browser e continui a guardare affari tuoi su rai 1, perché se niente di quello che è successo nell'ultimo ventennio e che sta succedendo tuttora nel mondo ti ha fatto cambiare idea, non saranno certo queste due righe scritte da un semplice agricoltore a convincerti.

Se invece anche tu sei dell'idea che Venezia sommersa, le alluvioni in Liguria e l'invasione della cimice asiatica (oltre allo scioglimento dei ghiacciai e le altre conseguenze più note del global warming) siano parte di un quadro più ampio causato dall'inquinamento, allora sei dei nostri e hai già la risposta alla domanda che ti abbiamo posto.


Allevamenti intensivi, agricoltura intensiva e massivizzazzione dei processi di produzione e di consumo significano una società non più a misura dell'uomo e della nostra terra, che essendo per antonomasia naturale, non può certo diventare artificiale, come le tante stupidaggini che ogni giorno ci inventiamo per essere più ricchi o più appagati. Di qui l'esigenza di dare spazio a un progetto più umano e di comunicarlo anche alle future generazioni, perché l'ecosostenibilità sia percepita un giorno come un valore, non come una moda passeggera o una concezione da sfigati. Non ti abbiamo convinto? Guarda questo video.


Sei ancora perplesso? Vieni a trovarci in azienda per una chiacchierata e un giro nelle piantagioni (questo è gratis...).



Condividi su:

Google+ Facebook Twitter LinkedIn